Month: Aprile 2011

il tempo della mela

Leggo sulla prefazione del libro Una mela è una mela? di Giandomenico Semeraro, «Una rosa, è una rosa, è una rosa…, ha detto Gertrude Stein. Questa non è una pipa, ha dipinto René Magritte». Che poi alle mele ci si è anche dedicato. Ma anch’esse appunto, non erano mele. O meglio, parevano. Perché tutto può diventare soggetto per diverse rappresentazioni, tutto è simbolo, strumento, servo muto. La Grande Mela, Cogli la prima mela… Il tempo delle mele… e delle mele marce… que me la pongo, que me la pongo.. yeah… Anni fa vidi un bel corto dell’iraniana Samira Makhmalbaf e si intitolava La mela. Raccontava la storia (vera) di due bambine rinchiuse dalla nascita. Con una madre cieca, un padre integralista islamico, e una famiglia che si batte per salvarle. Così la mela era la speranza, come la gioia della scoperta di chi morde per la prima volta la vita. Ora, io mi sono riproposta in questo blog di non nominarlo mai. E non lo farò ora. Ma il fatto è che se io volessi …