Month: Maggio 2016

Matera, gli indirizzi da non perdere

Consigli e indirizzi pratici per scoprire Matera in famiglia. Il racconto del viaggio lo trovate nel post A Matera, con i bambini. Bed and Breakfast La Corte A pochi passi la Cattedrale, in un palazzo del 1400, sei camere nel cuore dei Sassi. Una doppia 85 euro a camera con colazione. Rione Vetera 70, tel. 0835335811, lacortematera.com Corte San Pietro Solo cinque camere (ma da questa estate saranno dieci) scavate nella calcarenite in una sorta di micro quartiere a pochi passi dalla piazza di San Pietro Caveoso da cui si ha una vista particolare sulla Murgia Materana. In estate, prima colazione servita nella Corte con prodotti tipici dolci e salati. Dalla sala colazione interna invece si accede alle vecchie cisterne che ora ospitano mostre. Doppia da 130 euro. Via Bruno Buozzi 97b, tel. 0835310813, cortesanpietro.it La Pignata Ambiente rustico, e menu della tradizione pugliese e lucana a chilometro zero. Presente anche angolo per bimbi. Menu da 20 euro. Via Emanuele Duni20, tel. 3663187292, osterialapignata.com. Il Pettolino Aperto da pochi mesi, un nuovo bistrot a ridosso del Sasso Caveoso. Tradizione e ingredienti ricercati, sia …

Era mia madre

Leggere un libro sulle donne, sulle madri e sulle figlie, è sempre come leggere un libro su noi stesse. Così non mi sono stupita quando, parlando con Iaia Caputo del suo nuovo romanzo Era mia madre (Feltrinelli, in libreria dal 12 maggio), mi ha rivelato che agli workshop di scrittura autobiografica che organizza, non c’è donna che non faccia i conti con la figura materna. Non farò nessun spoiler in questo post dedicato al libro di Caputo, dirò solo che è molto bello, emotivamente coinvolgente, e che qui invece condividerò alcune riflessioni che ho avuto il piacere di fare con l’autrice davanti a una spremuta. Perché i rapporti con le madri, e con le figlie ho detto io, non sono mai come ci vorrebbero far credere, e forse perché, come dice Iaia: «L’imperfezione è inevitabile, e io non credo nei rapporti educati, come non credo nelle buone o cattive madri. Ci sono solo gli essere umani, con i loro momenti di eroismo o di debolezza. Non mi interessa nemmeno se i media raccontino un rapporto finto o …

La rivincita delle black model

Sembra quasi uno dei revival a cui ci ha abituati il mondo della moda. Un tormentone che ogni tanto si ripropone come lo stile marinaro o la stampa animalier. Perché era l’estate del 2008 quando Vogue Usa si chiedeva “It’s fashion racist?” e oggi, ancora, siamo qui a domandarcelo. E ce lo domandiamo perché, oggi come anni fa, le top model del momento decidono di esternare il loro disappunto. Dalla cover di ElleUK di aprile Jourdan Dunn, per esempio, non usa mezzi termini e dice che sì, ora ci sono più ragazze di colore di qualche anno fa, ma finché questo sarà considerato un fatto su cui scrivere, finché non sarà semplicemente una non-notizia, lei non potrà ritenersi soddisfatta. Intanto, insieme alla sudanese Nykhor Paul e all’inglese Leomie Anderson, tra un post e l’altro su Twitter, Instagram e YouTube, dove poche settimane fa la stessa Anderson ha pubblicato il video tutorial How to survive as a black model, continua a lamentarsi di quella che viene definita la discriminazione del backstage: parrucchieri che non sanno come …

A Matera, con i bambini

Il soprannome, la Città dei Sassi, ispira già avventure e misteri, ma Matera, anche se da quando aspetta di diventare a pieno titolo la Capitale della Cultura 2019 è una delle mete più gettonate, resta sempre un groviglio di case, vicoli e gradoni che, fatti con lo zaino in spalla, le valigie e la famiglia a seguito, non si presenta proprio come una meta facile. «Bisogna ammetterlo, non è una città così attrezzata per le famiglie» dice Mariella Stella. Lei, madre di due bambini di 9 anni e 18 mesi, però ai più piccoli, e ai genitori, ci ha pensato, e ha aperto, in uno dei primi quartieri costruiti dopo lo sfollamento dei Sassi, il Rione San Pardo, la NeturalFamily, una sorta di coworking per famiglie con una playroom attrezzata di tutto il necessario (dal fasciatoio allo scaldapappe) e di tanti giochi per i bambini da 0 a 10 anni. Ma NeturalFamily è anche il punto di partenza per Bibliomater, una biblioteca mobile che si sposta nelle varie zone di Matera per mettere in scena …

Te la do io l’adultescenza….

L’anno scorso sono stati più di un milione. Stimabili e compìti professionisti che con mesi di anticipo hanno prenotato un workshop per imparare a costruire un razzo e partecipare a missioni spaziali interattive. Chi non ce l’ha fatta a rientrare tra i fortunati astronauti in erba, ha ripiegato su sessioni di stargazing mixate a canti di gruppo. E poi i grandi classici del divertimento all’aria aperta, come altalene nei boschi, tiro con l’arco, gare in kayak, paintball, ping pong e wakeboarding. Il summer camp per adulti, almeno negli Usa, è ormai una realtà. Gente solitamente abituata a dormire in alberghi di lusso dove pure la morbidezza del cuscino è customizzata, e che invece è disposta a pagare più di 100 dollari a notte per condividere dormitori stile colonia post bellica. Ma del resto, tra i fondatori di Space Adult Academy, Camp Grounded (nella foto un momento della Guerra dei Colori) o Camp No Counselors, ci sono ex top manager di multinazionali, consulenti di grandi società, vice presidenti, e chi meglio di loro sa quanto sia importante staccare …