Month: ottobre 2016

Talenti trovati e… dispersi

La domanda del momento è: chi saranno i 500 fortunati scelti dal Ministero dell’Istruzione che, tra i super bravi degli ultimi due anni delle scuole superiori, saranno finanziati per portare a compimento, tra master all’estero e formazione ad hoc, il loro piano di studi? Perché, nel Student Act inserito nella prossima legge di Bilancio del Governo Renzi, qualcosa da capire c’è. Fatto salvo che in dieci anni il nostro Paese ha visto diminuire le immatricolazioni all’Università di un 20 per cento (dati Ocse) e che quindi un problema di accompagnare allo studio esiste, restano da chiarire i criteri di selezione. I voti in pagella? La lode? Una particolare attitudine che solo un talent scout può scovare? Dal Miur rispondono che ai criteri di scelta ci devono ancora pensare, anche perché, per ora, il programma è solo su carta. Quello che invece è nella realtà sono i dati della scuola italiana. Che ha una percentuale di studenti eccellenti inferiore alla media Ocse (uno studente su quattro è un low performer nelle tre competenze di base, lettura, …

Più grassi, più magri

Davanti lo scaffale del supermercato il dilemma è sempre lo stesso: «Lo yogurt lo prendo magro o intero?». Un occhio al girovita e l’altro a quel 0,1 per cento di grassi scritto di solito a caratteri cubitali, e la scelta è fatta. Fino a oggi almeno. Oggi che il grasso, o meglio i grassi, sembrano essersi liberati dal girone dell’inferno. L’ultimo best seller in ordine di apparizione pronto a sfatare, a colpi di ricerche, il mito dei “grassi nemici di salute e peso”, è quello del medico nutrizionista americano Mark Hyman che, in Eat Fat, Get Thin (per ora non ancora tradotto in italiano), rivela come e perché inserire nella nostra dieta più grassi di qualità ci aiuterebbe, non solo a mantenere la linea, ma anche a combattere colesterolo, diabete e persino a migliorare memoria, capacità cognitive e umore. Apriti cielo. E tutto quel tempo a centellinare l’olio d’oliva e bandire il burro? «I grassi sono stati demonizzati per anni a causa del loro apporto calorico, nove kcal per grammo, praticamente il doppio rispetto a …