Me.
comments 6

e gli uomini…

Che cosa pensano le donne del PdL? Quelle del PD? E cosa pensano le donne che non stanno da nessuna parte se non al loro, di posto? Lo sappiamo. Lo scrivono sui Social Network, fanno comunicati, dichiarazioni, proclami. Ma gli uomini? Dico, gli uomini… A loro sta bene di essere raccontati da queste parole, rappresentati da questa, si fa per dire, mascolinità. Agli uomini sta bene intrecciare questo tipo di rapporto, relazione umane e sessuale, con l’altra metà (e qualcosa di più) del genere umano? Questa mattina li guardavo in metropolitana. Per la prima volta, dopo aver raschiato il fondo del barile della mia indignazione, mi sono chiesta: sono davvero altro da me? Lontano da me? Siamo davvero condannati ad adorare, per citare Yasmina Reza, il Dio del Massacro? Cari uomini, fatemi un favore, solo uno, questo post scrivetemelo voi.

Tra i commenti  e Twitter avrei scelto questo:
Da maschio, inteso come altro sesso, sono disgustato da questa spazzatura. Non mi ci ritrovo e spesso devo staccare la spina per riprendermi. Chiudere il mondo fuori dalla porta. Solo che quando la riapro, trovo la spazzatura ad aspettarmi. Però so che esiste anche altro. Molto altro. Allora trovo l’alba dentro l’imbrunire… Andrea Bernardi

Ecco.. trovare l’alba dentro l’imbrunire è una frase che mi è sempre piaciuta… buona fortuna a tutti e tutte noi

6 Comments

  1. Anonymous says

    Mi vergogno come un ladro, non eravamo mai caduti tanto in basso.
    Scrive Filippo Ceccarelli su Repubblica di oggi: “Dopo tutto, e con il dovuto sgomento F.G. esiste già. Gli storici del futuro avranno modo di raccontare come il signore e padrone di un partito, arrivato al potere in prossimità dei suoi settant'anni, decise non solo di plasmare una classe dirigente femminile a suo uso e consumo. Ma anche di offrirla in pasto al suo pubblico come il segno e la prova di un patto inconfessabile fra il sovrano e il suo popolo.”
    http://bit.ly/oZK6U8 Credo che solo questo può bastare.

  2. quando quei signori in parlamento, abusivamente occupato, ridevano delle battute del satiro ho subito pensato alle loro madri, sorelle, mogli, figlie e per molti anche nipoti. Oggi a tre donne e' stato assegnato il meritatissimo Nobel per la pace. A noi dovrebbero assegnare quello della pazienza. Ma e' ora di reagire perche' il futuro non ci perdonerebbe tanta rassegnazione, pazienza e talvolta indifferenza.

  3. Manuela Mimosa Ravasio says

    @anonimo.. spero davvero che tu non ti vergogni così tanto da non firmarti! 🙂
    @rosi.. non so in me sta facendosi strada la convinzione che se non reagiscono anche loro, gli uomini, la nostra azione sarà a metà..

  4. luciocininnato says

    Indignazione, sgomento, senso di vuoto, rabbia non eravamo mai caduti tanto in basso, mancano le parole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.