Me.
comment 1

guerra e pace

@font-face { font-family: “Cambria”; }p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal { margin: 0cm 0cm 0.0001pt; font-size: 12pt; font-family: “Times New Roman”; }div.Section1 { page: Section1; }

Non ho mai sentito nessuno dichiararsi a favore di una guerra. Si è pacifisti per educazione e guerrafondai per disillusione. Eppure, in una visione buddista, ognuno di noi affronta ogni giorno la sua piccola grande guerra, e ogni giorno decide da che parte stare. Ieri mi sono accorta che anche nelle scale mobili delle metropolitane milanesi si deve tenere la destra. Lo spazio a sinistra è riservato a chi, in guerra perenne contro il tempo, vuole salire più in fretta delle sale che salgono da sole. Chi si frappone a questa sfida all’ultimo secondo, viene calpestato da un tank di bipedi. Ed è fottuto in partenza. Io non so a che guerra pensavano quelle 18 donne egiziane che, dopo essere state in Piazza Tahrir il 9 marzo, si sono ritrovate picchiate, obbligate a denudarsi e costrette a subire un test di verginità. Ma so, di certo, quale guerra le attende. La stessa, da migliaia di anni a questa parte, contro un nemico che cambia faccia ma non nome o pensiero. E poi leggo di altre donne che sono pronte a scendere in piazza sabato prossimo per manifestare contro i bombardamenti in Libia. Sono le hostess di Hostessweb.it che avevano accolto Gheddafi a Roma, e che lo avevano ascoltato durante le sue lezioni sul Corano così attentamente da convertirsi. Anche loro, vogliono la pace. Come biasimarle. Così mi è venuto in mente un bellissimo film di Ken Loach, Il vento che accarezza l’erba, che regala spunti di onesta riflessione. Perché, ogni guerra nasconde il seme del fratricidio, ma anche l’umano bisogno di fissare un ordine, di compilare con precisione la lavagna dei buoni e dei cattivi. Perché, «se è facile sapere contro cosa ti batti,  più difficile è capire per cosa ti stai battendo». E se ne vale la pena.

1 Comment

  1. Stefania says

    Adoro Ken Loach.
    Terra e Libertà è il mio film preferito da sempre.
    🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.