All posts tagged: longevità

Giovani si rimane

Centoquindici anni. Secondo uno studio delle Università di Tilburg e Rotterdam anticipato in una nota qualche settimana fa, è questa l’età massima a cui potremmo mai ambire. Perché, è vero, il numero di persone che raggiungono i 95 anni è triplicato dal 1986 al 2015, ma la durata massima della vita è rimasta la stessa. Inoltre, gli anni in salute stanno diminuendo, con il rischio di essere sì, novelle Highlander, ma un tantino acciaccate. Eppure oggi è la scienza a fornirci gli strumenti per rallentare il processo di invecchiamento. Ed esiste una medicina della longevità che insegna ad agire su prevenzione e stile di vita. Nutrire speranze quindi è possibile, soprattutto in un tempo in cui persino i megafoni dei media parlano attraverso i volti di Hellen Mirren, Lauren Hutton, Charlotte Rampling, suggerendoci che l’età, quella anagrafica, non è più un problema. Il mensile più famoso degli Stati Uniti dedicato alla bellezza, Allure, ha persino deciso di abolire il termine anti-age. Che gli anni messi in fila non sono una cosa da combattere, nascondere o …

Nutrigenomica: il cibo che modifica i nostri geni

Nutrigenomica, epigenetica, nutraceutica. Ecco parole che sentiremo sempre più spesso quando si parlerà di longevità e buona salute. Di mantenersi in forma, fisica e mentale, il più a lungo possibile. Le scoperte di farmacologia e biotecnologia ci vengono in aiuto perché oggi si può scoprire in che modo, per ciascuno di noi, l’alimentazione e gli stili di vita possono modificare l’espressione dei nostri geni: è la nutrigenomica, ovvero lo studio della relazione che intercorre tra alimenti e modifiche del Dna. «Se dovessimo usare una metafora», dice Damiano Galimberti, specialista in Scienze dell’Alimentazione e professore a contratto in Nutrigenomica, nonché tra gli autori del nuovo Nutrigenomica ed epigenetica. Dalla biologia alla clinica (Edizioni Edra), «dovremo pensare a come, attraverso un interruttore, possiamo regolare l’intensità delle luce in una stanza. Nello stesso modo, si è scoperto che ci sono cibi che contengono principi attivi che, legandosi al Dna, attivano certi processi invece che altri. In pratica, quello che si modifica non è l’ingegneria del Dna, ma solo una piccola porzione dell’espressione di particolari geni: e questa è …

Valter Longo, lo scienziato della longevità

Valter Longo è direttore dell’Istituto di Longevità all’Università della Southern California, e uno dei maggiori esperti mondiali in studi sull’invecchiamento e le malattie a esso collegate. Qui di seguito trovate l’intervista completa fatta in occasione del mio articolo per Gioia! sulla Dieta Mima Digiuno. Cominciamo a parlare della restrizione oraria. Il nutrizionista Mark Mattson ha dichiarato al New York Times il 6 marzo scorso: «In 35 anni non ho mai fatto la colazione», significa che ognuno in fondo può trovare il proprio intervallo di tempo per mangiare e averne dei benefici? Sono due cose diverse. Nutrirsi correttamente entro le 10-12 ore al giorno protegge già dagli effetti dell’invecchiamento, ma solo con la DMD, la Dieta Mima Digiuno, si ha un potente effetto rigenerativo. La cosa fondamentale è fare comunque qualcosa che piace. Spingere le persone a rivoluzionare la propria vita non funziona: è provato che dopo sei mesi si ritorna alle vecchie abitudini e si fa magari anche peggio. Qual è quindi l’intervallo di tempo ideale entro cui si deve mangiare? Oggi si sa che quando si hanno più di 12 ore …