All posts tagged: Naomi Wolf

Parliamo di vagina…

Sia detto: non ne parliamo abbastanza. Se vi foste trovate a un tè per signore negli anni Settanta, probabilmente avreste parlato di come, attrezzate di uno specchio portatile, di una pila e nei casi più approfonditi di uno speculum, potevate esplorare vulva, piccole e grandi labbra, clitoride, fino a pareti e collo dell’utero. Ora la vagina (o vagiaina per darsi un tono e imitare la pronuncia anglofona) non è più così di moda. Non è più al centro dell’emancipazione femminile e, nonostante gli sforzi della solita Naomi Wolf che, a costo di tirarsi dietro le ire delle femministe, ha voluto ripetere che la salute della vagina è strettamente legata alla creatività femminile e all’autostima, e quindi al nostro benessere psicofisico tout court, tirando in ballo i più recenti risultati delle neuroscienze, se ne parla poco. E non si tratta di pontificare sulle crescenti cure estetiche per rinvigorire la chioma (tornato di moda il cespuglio selvaggio alla Full-Bush-Brazilian, è quasi un dovere), o per rimodellare le piccole e grandi labbra, ora ipertrofiche, ora rilassate, rispettivamente con …

libere tutte

Questo post nasce come una risposta a un commento del post la donna cougar. L’osservazione che mi si faceva era giusta, poiché anche le donne hanno diritto a vivere pienamente lo loro sessualità anche dopo gli anta e anche con un uomo più giovane, ma il punto è – credo – che certi fenomeni di costume spacciati per emancipazione abbiano ben poco a che fare con i diritti delle donne e con l’essere libere. Non so perché, ma proprio non riesco a vedere la donna cougar come una conquista, come una liberazione da tabù arcaici (compreso quello che considera disdicevole che una donna matura stia con un uomo molto più giovane). L’amore e il sesso non hanno età, da sempre, e questo certo non me lo deve dire un trend setter. In più, quando leggo della disinvolutura di ragazzine adolescenti che usano la loro vita sessuale per guadagnare qualche ricarica o girare video da lanciare su YouTube; quando continuo a leggere di giovani donne che sbarcano il lunario accompagnando signori attempati ma euromuniti; quando ancora …