All posts tagged: Se non ora quando

consideriamoci valore

(con le dovute scuse ad Erri De Luca) Sarò in piazza il 13 febbraio, ma vorrei davvero che fosse solo l’inizio. Le parole dignità, rispetto, partecipazione femminile, non possono, ora, rimanere solo slogan per grandi striscioni. Non nascondiamoci dietro un dito: questa, è stato giustamente scritto, è una manifestazione politica, nel senso alto del termine. Ed è alla politica che dobbiamo chiedere azioni concrete. Non leggi, ma fatti. Lo dobbiamo pretendere con la stessa forza con cui dobbiamo diventare consapevoli del nostro valore. Consideriamoci Valore, appunto. Consideriamoci forza, anche elettorale perché no, che, unita, può pretendere che le proprie istanze vengano soddisfatte. E consideriamo Valore prioritario le nostre necessità, avendo il coraggio di definirle nostre, anche se pronte a condividerle con tutti: regole che garantiscano una presenza equa delle donne nelle posizioni chiave, strutture pubbliche e private che non puniscano la maternità, norme che impediscano la violazione del corpo e dell’immagine femminile. Il mondo ci sta mandando chiari segnali e ci dice: The Gender Equality non è più solo una questione etica, è ormai una …