Food
Leave a comment

Valter Longo, lo scienziato della longevità

Valter Longo è direttore dell’Istituto di Longevità all’Università della Southern California, e uno dei maggiori esperti mondiali in studi sull’invecchiamento e le malattie a esso collegate. Qui di seguito trovate l’intervista completa fatta in occasione del mio articolo per Gioia! sulla Dieta Mima Digiuno.

Cominciamo a parlare della restrizione oraria. Il nutrizionista Mark Mattson ha dichiarato al New York Times il 6 marzo scorso: «In 35 anni non ho mai fatto la colazione», significa che ognuno in fondo può trovare il proprio intervallo di tempo per mangiare e averne dei benefici?

Sono due cose diverse. Nutrirsi correttamente entro le 10-12 ore al giorno protegge già dagli effetti dell’invecchiamento, ma solo con la DMD, la Dieta Mima Digiuno, si ha un potente effetto rigenerativo. La cosa fondamentale è fare comunque qualcosa che piace. Spingere le persone a rivoluzionare la propria vita non funziona: è provato che dopo sei mesi si ritorna alle vecchie abitudini e si fa magari anche peggio.

Qual è quindi l’intervallo di tempo ideale entro cui si deve mangiare?

Oggi si sa che quando si hanno più di 12 ore di pausa i calcoli alla colecisti sono più frequenti. L’ideale resta quindi, come facevano i nostri nonni, rimanere entro un intervallo tipo cha va dalle 8 alle 20.

Lei dice che questa dieta inganna l’organismo, perché inganno di fatto si mangia di meno… ma non si digiuna proprio. Che cosa significa inganna?

La vecchia strategia della restrizione calorica non funziona perché non fa uso della conoscenza molecolare acquisita nel tempo. Tagliando le calorie, le malattie si sono certo ridotte, ma sono aumentate le infezioni e l’abilità di riparare i tessuti. Anche testando la restrizione calorica sulle scimmie non si è ottenuto un allungamento della vita. La cosa fondamentale invece è la composizione del cibo e l’effetto più potente si ha dando basse proteine e bassi zuccheri. E poi, naturalmente quando si ritorna a mangiare dopo i cinque giorni di DMD: è lì che si vede il ringiovanimento.

La DMD promette infatti la rigenerazione delle cellulare, una sorta di reset dell’organismo.  In che cellule avviene questa rigenerazione?

La rigenerazione avviene nei muscoli, nel sangue, nel fegato. Avviene un po’ meno a livello dei tessuti del sistema nervoso ma, nel giro di tre mesi, ad esempio, si rinnova il 50 per cento dei globuli bianchi del nostro sistema immunitario, che avrà così difese più forti. Quello che abbiamo visto durante la sperimentazione è che avviene una sorta di uccisione delle cellule danneggiate poi sostituite con cellule nuove attivate dalle staminali.. È, a tutti gli effetti, una sorta di auto guarigione,

Un altro effetto benefico è la riduzione del grasso addominale/viscerale…perché è importante?

Il grasso viscerale è al centro di malattie metaboliche e cardiovascolari. Con la DMD si ha una riduzione del GF1 e quindi una riduzione di una sostanza infiammatoria sistemica. La cosa straordinaria è che la DMD prende il grasso viscerale, ma non lo prende dai muscoli. E quando si ricomincia a mangiare, mentre i muscoli si rigenerano, il grasso non si riforma.

Chi può fare la DMD? Ci sono controindicazioni?

In realtà la possono fare tutti. Negli Usa ci sono già 300 medici che la stanno proponendo e il 90 per cento dei pazienti ha risposto positivamente. È ovvio che bisogna stare attenti e affidarsi a un medico. Per le persone magre per esempio, sarebbe meglio prendere alcuni chili prima di affrontare la dieta, e farla magari una o due volte l’anno al massimo.

Lei ha legato questa dieta alla possibilità di restare giovani più lungo. Una promessa?

La medicina nel futuro dovrà occuparsi di più di come mantenere tutti più giovani: è la giuventologia. Gli italiani sono tra le popolazioni del mondo che invecchiano peggio, e i benefici della Dieta Mediterranea, che in verità oggi pochi adottano mentre la più parte crede che si traduca in mangiare tanta pasta, sono solo un mito. La DMD può aumentare l’aspettativa di vita fino al 30 per cento. Non è specualzione, è già realtà.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.