Me.
Leave a comment

voto a perdere

Oggi che si celebra la Festa della Repubblica, Ipazia vuol ricordare che il 2 giugno del 1946 fu anche la prima volta che alle donne italiane fu concesso il voto politico. Queste furono le parole di  Tina Anselmi, grande protagonista della Resistenza e della Prima Repubblica, in quei giorni: «E le italiane, fin dalle prime elezioni, parteciparono in numero maggiore degli uomini, spazzando via le tante paure di chi temeva che fosse rischioso dare a noi il diritto di voto perché non eravamo sufficientemente emancipate. Non eravamo pronte. Il tempo delle donne è stato sempre un enigma per gli uomini. E tuttora vedo con dispiacere che per noi gli esami non sono ancora finiti. Come se essere maschio fosse un lasciapassare per la consapevolezza democratica!». No Tina, gli esami non sono ancora finiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.