Me.
comments 7

Lego Land

Non so voi, ma io, quando devo comprare un regalino per il compleanno per la compagna di mio figlio, sono in grande imbarazzo. Ormai ho smesso anche di fare la solita domanda del tipo: «Sai cosa piace alla tua amica?». Perché tanto, davanti alla solita sfilza di Bratz,  Winx, principesse e musical dipendenti, mi giro dall’altra faccia e dentro di me penso: «Scordatelo!». Di solito ripiego su un libro del tipo Il corpo umano in pop-up anche perché, persino nei primi romanzi, i generi sembrano rigorosamente divisi: da una parte storie di amichette e fate in copertina rosa, dall’altra pirati, calciatori in miniatura, topi scopritori e maghi chimici. Ho parlato poche volte in questo blog di educazione di genere, eppure questa è una notizia che mi ha fatto riflettere e a cui non ho trovato ancora risposta.

Lego infatti ha messo in commercio (per ora in Francia, in Italia la linea Lego Friends Girly uscirà a marzo) la prima serie di Lego Friends per bambine che, finalmente, possono costruirsi il loro mondo a forza di mattoncini rigorosamente rosa. E qual è il mondo delle bambine? Secondo Lego, per cominciare un bel negozio di parrucchiera, e poi chissà, una casa (rosa) da sistemare e un nido da accudire… Ora, poiché ho veramente un’infinita fiducia verso questo produttore di giochi danese che si inventa storie e mattoncini dal 1949, mi chiedo se questa è una buona o una cattiva notizia per le nostre bambine. L’atto di costruire è senz’altro un’azione attiva, ma perché allora non potevano costruire anche loro case, macchine, fattorie, astronavi o persino robot? Perché Lego ha pensato che fosse necessario progettare una linea solo per le bambine? Perché, sia detto, questo è esclusivo anche per i maschietti che, detto per inciso, magari anche loro avrebbero voglia di costruirsi un bella sala da hair stylist. Insomma, i ruoli codificati sono una gabbia per entrambi i generi, e forse, visto il carico di doveri dei nostri maschi e la loro difficoltà ad uscirne, sono loro, i maschietti, a pagarne le maggiori spese. Insomma, che dite?

P.S. in Italia la linea Lego Friends Girly uscirà a marzo..

Filed under: Me.

by

Manuela Mimosa Ravasio è una giornalista professionista con una formazione da architetto. Ha lavorato per anni come caporedattore scrivendo di tendenze e lifestyle in riviste di turismo, cultura e attualità. Oggi svolge la sua attività da libera professionista offrendo anche consulenze in comunicazione, progettazione di contenuti e analisi su trend globali.

7 Comments

Cosa ne pensi? Scrivilo qua…

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.