All posts tagged: chirurgia estetica

E tu, di che benessere sei?

Pare che svegliarsi alle 5 sia il segreto per mantenersi giovani, produttivi e felici. Lo dicono diversi studi americani tanto che per diventare “morning people” ci si è attrezzati con manuali e podcast. Quelli di Jeff Sanders, per esempio, fondatore di The5AM Miracle, ci dicono che andare a letto quando fa buio, alzarsi all’alba e fare esercizio fisico e bere molta acqua, è il modo migliore per affrontare la giornata (e la vita). I giornali, dal canto loro, non fanno che elencare le persone di successo che si alzano con il canto del gallo. Comunque la buona notizia è che la sveglia alle 5, non è l’unico rituale di benessere a disposizione. Anzi. A guardare bene ce n’è per tutti i gusti, i piaceri e le tasche. E forse bisognerebbe alzarsi presto solo per provarli tutti. Ecco i più nuovi. SPA-SOPHROLOGY® Un mix delle tecniche di meditazione e rilassamento orientali e occidentali. Questo è, in sintesi, la sofrologia che, unita a prodotti ispirati al lavoro del biologo René Quinton, fiducioso nelle proprietà terapeutiche dell’acqua di …

Educazione alla bellezza

C’era una volta The Beauty Premium, il bonus che avrebbe dovuto avere chi è stato baciato da Madre Natura in fatto di simmetria del viso, grazia dei lineamenti, armonia di forme. L’Università di Essex lo aveva quantificato anni fa, e da allora, Harvard Business School compresa, nessuno si è azzardato a contraddire la tesi che la bellezza garantisse successo e potere. Salvo poi non spiegare il perché donne come Mary Barra, Ceo di General Motors e secondo Fortune la donna più potente al mondo, o come Angela Merkel, se ne stanno in cima alle classifiche con tutta la loro normalità e senza aver mai avuto bisogno di un lifting. E che dire di Kate Winslet, che della bellezza patinata sembrerebbe aver bisogno in quanto testimonial di Lancôme, e invece decide di eliminare filtri e ritocchi dalle foto per apparire più naturale (rughe comprese) e dare un esempio positivo alle nuove generazioni; o di Essena O’Neill, la 18enne australiana che, sempre in nome dell’autenticità, abbandona i suoi 600mila seguaci di Instagram dove mostrava, secondo le sue …

L’economia del rossetto

[Pubblicato sul numero 45 di Gioia! del 20 novembre 20114] Altro che spread. Se volete sapere che aria tira, come stanno l’economia e i consumi, guardate il vostro beauty case. Contate i rossetti, gli smalti, i mascara. Osservate i colori e le texture. Se sono vagamente brillanti e vivaci, se ce ne sono in abbondanza, il vostro umore sta sicuramente bene, il sistema economico, un po’ meno. Perché, è dimostrato, in tempi di recessione i così detti beni di lusso accessibile sono in controtendenza. Piccole indulgenze che ci concediamo quando la crisi ci deprime, mini strategie che adottiamo per non trasformare il quotidiano in un’eterna rinuncia. Il signor Leonard Lauder, presidente dell’omonima casa cosmetica, nel 2001, all’indomani dell’attacco alle Torri Gemelle, lo aveva chiamato lipstick effect. Poi è arrivato il nail polish index che segnava un aumento della vendita degli smalti a due cifre fino al 2010, quindi oggi, il mascara. L’unica cosa che non cambia, è il risultato: «Compriamo di più per corrispondenza o porta a porta, stiamo più attenti al costo e alla …

Mi sono fatta una lipo

Confinata in casa dall’influenza, tra un match di tennis e l’altro, si possono vedere cose illuminaniti. La prima volta per la verità, è stata solo una voce da lontano.«Dopo la gravidanza la mia pancia e i miei fianchi erano completamente deformati, e allora… ». Non sono riuscita a carpire il nome di questo geniale studio di chirurgia estetica che con profonda competenza parlava del post parto, ma qualche ora dopo ho potuto gustarmi in tutta la sua interezza questo fantastico spot di La Clinique che già nel 2011, leggo, aveva suscitato perplessità per uno spot sul seno vero o falso. Così vedo una bella donna dai capeli neri nella sua versione contemporanea che ci mostra, disgustata e afflitta, la sua versione post gravidanza. In una parola, uno schifo. Pancia molle, postura con schiena curvata da seno cadente, pelle più scura e malaticcia… La donna amica e sorridente, quella che condivide con noi le amarezze del fisico che cambia, ci suggerisce orgogliosa una via di uscita dal tunnel dell’adipe depresso: un altrettanto amichevole e goliardica lipo… …

trans-formismo

Dichiara Alba Parietti oggi in un’intervista su La Stampa che lei è così (così integra che mai è andata a cena con qualcuno per vile condiscendenza, ndr) perché «sono un po’ uomo» . Ho letto due volte domanda e risposta e, sì, davvero la Signora Alba Parietti pare ritenere che, essere tutta d’un pezzo, rifiutare persino i passaggi in macchina, fare tutto da sola, siano comportamenti dovuti a un’educazione “da maschio”. C’è da crederci. Perché, in effetti, la fortunata mascolinizzazione della Signora Parietti ha prodotto risultati evidenti. Sarà per compiacere il suo gusto (da rude maschio) che ha modificato il suo corpo a mo’ di canotto. Labbra pronunciate, décolleté generoso, chioma fluente a incorniciare zigomi alti e turgidi, invidiabile stacco di gamba sempre in evidenza. La soda Parietti è un vero modello per le ragazze d’oggi che, comportandosi da veri maschi, faranno strada nel mondo. Quelle ragazze che, appunto, io chiamerei le trans-formiste. Un gioco di parole in cui ci sta tutto, ideale estetico ed etico compresi. Non c’è da meravigliarsi poi se ci sono …