All posts tagged: Giorno della Memoria

Io, che ho conosciuto Primo Levi

Stavo leggendo l’ennesimo post sulla Giorno della Memoria e mi è tornato in mente un episodio della mia testarda gioventù. Primo Levi io l’ho conosciuto davvero, e non è stato uno di quegli incontri organizzati per i tanti studenti e studentesse di uno dei tanti licei. Anche se al liceo io andavo (a Sarzana) e a Torino, in quella casa di cui ricordo solo la grande scala e una stanza dai soffitti altissimi (per me), ampia ma disadorna, luminosissima ma lievemente in disordine, ci andai con la mia professoressa di italiano e latino e la mia compagna Serena. Fu un incontro chiesto con una certa insistenza, anzi, in un certo senso, fu un incontro raccomandato visto che fu solo grazie a certe conoscenze di vicinato di Serena  che riuscimmo a chiedere a Montale (sì, Eugenio) se poteva farci da intermediario e domandare a Levi se aveva il tempo per incontrare due studentesse, le quali da lui, e da lui solo, volevano avere chiarimenti sul libro La Tregua. Ma fu solo, e oggi più che mai …

i giorni della memoria

Domani, 27 gennaio, è il Giorno della Memoria. Così mi è venuto in mente di saper qualcosa di più sul ruolo della donna nella cultura e nella religione ebraiche. Mi ha sempre incuriosito il fatto che l’appartenenza a questo popolo si tramandasse per via femminile e non maschile. Se uno nasce da madre ebrea lo è, altrimenti no: è la matrilinearità. Ho parlato con Moria Maknouz, coordinatrice di Revivim, corsi di formazione e cultura ebraica di Milano. Mi ha colpito il fatto che, al contrario di quello che si possa pensare, la religione e la cultura ebraiche sono, per così dire, femministe. Certo la Torah è scritta al maschile, così come i precetti e i riti da osservare, ma questo non significa che la donna sia meno importante, tutt’altro. Si tratta, come mi ha spiegato Moria, non di una questione d’importanza, bensì di priorità. Alla donna sono infatti riservate competenze specifiche come la guida della famiglia e l’educazione dei figli. In pratica, una totale responsabilità sulle nuove generazioni che solleva la donna persino dalla rigida …